Papa Francesco riceve e bacia la reliquia del Beato Angelo. Il sindaco Marchione: “Grande emozione per Furci”

Il primo cittadino, don Angelo Di Prinzio e Silvio Bellano in udienza dal Santo Padre. Un passo in avanti verso la canonizzazione?

| di Nicola Di Santo
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Non era mai successo che al Papa fossero donate reliquie del Beato Angelo. È accaduto oggi, 30 maggio, giornata storica e sicuramente indimenticabile per l’intera comunità furcese, la cui delegazione composta dal sindaco Angelo Marchione, don Angelo Di Prinzio e Silvio Bellano stamani è stata ricevuta in udienza generale da papa Francesco, al quale è stato consegnato un sacro frammento del patrono di Furci.

A ripercorrere le tappe dell’incontro è stato il primo cittadino, che ha parlato con Sua Santità insieme a don Angelo e a Bellano, che ha coordinato personalmente l’incontro con la Santa Sede. “Abbiamo avuto la possibilità di parlare direttamente col Santo Padre, al quale abbiamo donato e spiegato la reliquia del nostro patrono”, dice Marchione. “È stata una grande emozione non solo per la comunità di Furci, ma per tutti i devoti del Beato Angelo che si spingono fino alle zone dell’Alto Molise”.

Il Papa, che già conosceva la storia del Beato Angelo e al quale l'anno scorso era stato donato un quadro raffigurante il patrono di Furci, ha apprezzato e ascoltato attentamente le parole della delegazione, alla quale ha chiesto anche ulteriori informazioni su vita e opere del Beato: "Ci ha riservato un'attenzione particolare perché il nostro non era un semplice omaggio, ma una reliquia molto importante".

Sull’eventualità che la visita di oggi abbia riaperto quel processo di canonizzazione tanto auspicato dalla comunità furcese e dai numerosissimi fedeli del Beato Angelo, il sindaco esprime un discreto ottimismo: “L’iter sulla possibilità di una sua santificazione è stato ripreso, ma non saprei dire a che punto si trova. Posso comunque assicurare che l’incontro odierno rappresenta un importante passo in avanti in questo senso”.

Durante l'udienza con la rappresentanza furcese, Francesco ha anche benedetto una papalina donata da Bellano, da destinarsi probabilmente alla parrocchia del paese. La delegazione formata da sindaco, parroco e Bellano è stata accompagnata da tre pullman di fedeli furcesi, sanbuonesi e vastesi, che sono partiti alle 3 di questa mattina. Alle ore 16 i devoti si sono poi recati presso la chiesa dei Santi Luca e Martina per assistere alla messa presieduta da Monsignor Giuseppe Sciacca.

Il comunicato del sindaco Angelo Marchione e di don Angelo Di Prinzio - "La giornata vissuta oggi dalla comunità di Furci rimarrà impressa nella storia del nostro paese come il giorno in cui è stata donata a Papa Francesco una reliquia del nostro amato Beato Angelo. Per questo evento eccezionale dobbiamo rendere grazie innanzitutto al Santo Padre per aver accolto con gioia e dolcezza il nostro dono".

"È stato davvero emozionante vedere come Papa Francesco, nel baciare la reliquia, si sia fermato a dialogare con molta naturalezza, chiedendo della vita del Beato ed estendendo a tutta la comunità il suo grazie e la sua benedizione. Un grazie di cuore lo dobbiamo a Sua Eccellenza Reverendissima, Padre Georg, a tutta la Prefettura Pontificia e al Dott. Silvio Bellano, nostro concittadino, che hanno reso possibile questo indimenticabile incontro con il Santo Padre".

"Non per ultimo estendiamo il nostro grazie a Sua Eccellenza Reverendissima, Mons. Giuseppe Sciacca, il quale essendo già stato a Furci in occasione delle Festività settembrine in onore del Beato ha voluto ricambiare l’ospitalità, celebrando per tutta la comunità presente l’Eucarestia che ha concluso il pellegrinaggio nella basilica dei Santi Luca e Martina all’ingresso dei Fori Imperiali. Un altro grazie va ai circa 150 pellegrini furcesi, sanbuonesi e vastesi che con la loro presenza hanno dato una forte testimonianza di fede nel Signore e devozione al Beato Angelo. Un ulteriore tassello oggi è stato aggiunto al mosaico che aiuta a far conoscere la vita e le opere che hanno reso grande il Beato Angelo davanti a Dio e davanti agli uomini".

Il Parroco di Furci Don Angelo Di Prinzio
Il Sindaco di Furci Angelo Marchione

(Foto tratte da Facebook).

Nicola Di Santo

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK