Abruzzo: calo del 40% del pomodoro "a pera", si fanno meno "bottiglie"

| di Ansa
| Categoria: Attualità
STAMPA

La produzione del pomodoro abruzzese, con particolare riferimento alla varietà "a pera", ha subito un drastico calo, come emerso negli ultimi giorni con il termine della preparazione delle tradizionali "bottiglie" che serviranno durante l'inverno a ricordare il sapore e il profumo del prodotto dell'orto: Coldiretti stima un calo produttivo del 35% con punte anche del 40% con particolare riferimento alla provincia pescarese e alle zone costiere, colpite dalle grandinate, in cui la produzione di pomodoro è particolarmente diffusa. "La diminuzione della produzione di pomodoro ha riguardato tutta la penisola, ma in Abruzzo il fenomeno è stato particolarmente sentito. Ad avere sofferto sono state principalmente le coltivazioni di pomodoro tipico, primo fra tutti il pomodoro a pera d'Abruzzo che è molto delicato e risente maggiormente delle variazioni climatiche - dice Gianni Fragassi, vicepresidente di Coldiretti Pescara e titolare dell'omonima azienda agricola di produzione di conserve a Città Sant'Angelo.

Ansa

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK