Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Laboratorio culturale: il nuovo spazio della Scuola dell'Infanzia Paritaria Parrocchiale di Cupello

| di Angela Di Fabio, coordinatrice pedagogica
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Da oggi sarà attivo il nuovo spazio dedicato al libro,all'educazione all'ascolto ed in particolar modo alla lettura con mamma e papà.

E' stato pensato per favorire l'abitudine di dedicare del tempo "elastico" al proprio bambino,all'interno della sua scuola, in un ambiente favorevole per la sua crescita culturale e per il suo il benessere emozionale.

La nostra attenzione alla promozione della lettura è sempre stata elevata,attraverso la partecipazione alle  campagne nazionali "Libriamoci e il maggio dei libri" e all'adesione a "Nati per leggere", fino a concretizzarsi in questo nuova offerta formativa.

La frase del Piccolo Principe: "E ' IL TEMPO CHE HAI PERDUTO PER LA TUA ROSA CHE HA RESO LA TUA ROSA COSI' IMPORTANTE" racchiude, in sè, la vera mission per la quale,il laboratorio culturale è stato pensato ed attivato.

Infatti,è grazie al tempo che dedichiamo a coloro che ci vengono  affidati, che si può comprendere quanto essi siano importanti per noi. Il tempo è così prezioso che tutti ne vorrebbero di piu' e di cui sarebbe impossibile calcolarne il valore.

Le ricerche scientifiche dimostrano come leggere ai bambini, in età prescolare, abbia un'influenza positiva sia dal punto di vista relazionale (opportunità relazionale tra bambino e genitori) che cognitivo (sviluppo precoce della comprensione della capacità di lettura ) e  come permetta il consolidamento dell'abitudine a leggere che si protrarrà nelle età successive, grazie all'approccio precoce legato alla relazione.

La lettura ad alta voce e' sempre stata un caposaldo dei paesi protestanti dove vigeva l'obbligo di leggere la Bibbia, non solo in Chiesa ma anche in famiglia. Il "LIBRO" ha messo in confidenza le persone con i libri .

Dalla lettura della Bibbia si è passati a quella di altri volumi, fino alla diffusione della letteratura dell'infanzia,a fine 800.

UN PREZIOSO E PROPEDEUTICO ESERCIZIO DI LETTURA IN UNO SPAZIO APPOSITAMENTE STUDIATO E RICCO DI :

  • LIBRI RASSICURABILI in quanto gestibili da soli che accompagnano l'autonomia della lettura.
  • ALBI ILLUSTRATI (Leo Lionni ,Michael Rosen, Helen Oxembury,Maurice Sendak... che rappresentano la prima galleria d'arte del bambino Forme e colori:sfida pedagogica e strumento prezioso per stimolare il bambino a capire ,ad interrogarsi su cio' che vede,ad elaborare informazioni che quel testo veicola e suggerisce,per ricavarne significati impliciti.
  • FIABE CLASSICHE.
  • ALTA DI  LETTERATURA PER L'INFANZIA.
  • LIBRI CHE AIUTANO A GESTIRE LE EMOZIONI.
  • LIBRI DA ASCOLTARE.
  • LIBRI DEI PERCHE'.
  • LIBRI PER MAMMA E PAPA'

Essendo una scuola cattolica, di ispirazione cristiana non potevano mancare la "BIBBIA" ed il  "VANGELO", in versione adeguata sia per il bambino che  per l'adulto. E poi  "IL PICCOLO PRINCIPE "in versione tascabile, pop up...

 "Ho scoperto prestissimo che i migliori compagni di viaggio sono i libri: parlano quando si ha bisogno, tacciono quando si vuole silenzio. Fanno compagnia, senza essere invadenti. Danno moltissimo, senza chiedere nulla." Tiziano Terzani 

Angela Di Fabio, coordinatrice pedagogica

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK