Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ennesimo incidente sulla Trignina, Turdò: “La strada deve essere raddoppiata”

| di Antonio Turdò (Comitato Protrignina Abruzzo e Molise)
| Categoria: Comunicati Stampa | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Anche ieri sera sono bastate poche gocce d'acqua per provocare un incidente sulla Fondo Valle Trigno all'altezza del kilometro 57+800, vicino dove solitamente si posiziona la postazione autovelox e lo stesso dove avvenne l'incidente mortale che provocò il decesso dell'agente della polizia stradale, mai dimenticato Sulpizio.

Io stesso sono rimasto bloccato per circa 1 ora in attesa che le forze dell'ordine e gli addetti dell'Anas sgomberassero la sede stradale.

Impressionanti sono i reperti fotografici ricevuti dalla nostra associazione, una delle due autovetture spezzata in due, per fortuna i due feriti, per notizie acquisite, non sono gravi.

Come confermato da tanti automobilisti presenti e come noi andiamo affermando da tempo, tutti concordavano che la soluzione è il raddoppio della SS 650 due corsie per ogni senso di marcia da San Salvo a Bagnoli.

La strada ha bisogno di paraurti salva automobilisti e reti contro l'invasione della sede stradale da parte dei cinghiali ed altri animali selvatici.

Gli ultimi morti e feriti devono svegliare la coscienza della politica.

Antonio Turdò (Comitato Protrignina Abruzzo e Molise)

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK