Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il cielo del mese: Marzo 2018

La rubrica astronomica de iltrigno.net

| di Terenzio Zocchi
| Categoria: Varie | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

IL SOLE:

Si trova nella costellazione dell'Acquario fino al 12 marzo, quando passa nella costellazione dei Pesci. Il 1 Marzo sorge alle 6.47 e tramonta alle 18.02; il 15 marzo sorge alle 6.24 e tramonta alle 18.18; il 31 marzo sorge alle 6.57 e tramonta alle 19.36 (con l'ora legale). La durata del giorno aumenta di 1 ora e 24 minuti esatti dall'inizio del mese.

Il 20 marzo alle ore 16:15 ci sarà l'Equinozio di Primavera: 12 ore di buio e 12 ore di luce.

LE FASI LUNARI: 

Il 2 marzo Luna Piena; il 9 marzo Ultimo Quarto; il 17 marzo Luna Nuova; il 24 marzo Primo Quarto; il 31 marzo Luna Piena.

I PIANETI:

Gran parte del mese di marzo garantisce una buona osservabilità serale di Mercurio, che il 14 marzo tramonta ben un'ora e 25 minuti dopo il sole. Dalla fine del mese, riavvicinandosi, diviene pressoché inosservabile.

Cielo serale dominato anche da Venere, sempre più alto sull'orizzonte Ovest nel crepuscolo serale, ma anche Venere come per Mercurio l'osservabilità va scemando nel corso del mese.

Marte è uno dei pianeti più visibili nella seconda parte della notte, insieme a Giove e a Saturno, cui tende ad avvicinarsi nel corso del mese. Prima del sorgere del sole, è facilmente individuabile a Sud-Est.

Giove è individuabile già verso la mezzanotte sull'orizzonte orientale, quindi resta visibile per tutta la parte restante della notte, fino a culminare a Sud prima del sorgere del sole.

Saturno è osservabile invece verso le ultime ore della notte a Sud o Sud-Est, poco prima del sorgere del sole. Nel corso del mese si avvicina progressivamente a Marte.

LE COSTELLAZIONI DI MARZO:

Il cielo è ancora decisamente dominato dalle grandi costellazioni invernali: rispetto al mese precedente  troveremo però Orione, il Cane Minore e il Cane Maggiore più spostate verso Sud-Ovest. Sempre inconfondibile la grande figura di Orione, con le tre stelle allineate a formare la cintura (Alnitak, Alnilam e Mintaka) e gli astri molto luminos di Betelgeuse (rossa, la spalla destra) e Rigel (azzurra, il ginocchio sinistro).

Nelle prime ore della notte, dopo il tramonto del sole, si affacciano nel cielo orientale le grandi costellazioni zodiacali del Leone e della Vergine. Percorrendo lo zodiaco troviamo anche i Gemelli e la debole costellazione del Cancro. Nella zona di Orione troviamo il Toro con la stella rossa Aldebaran, l'Auriga con Capella, i Gemelli con le due stelle Castore e Polluce. Più bassa Sirio, la stella più luminosa del cielo notturno.

Il cielo meridionale di marzo è povero di costellazioni brillanti. A Nord invece spiccano l'Orsa Maggiore, Cassiopea e Perseo. A Nord-Est sarà ben visibile la costellazione di Boote, a forma di rombo.

Terenzio Zocchi

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK