Di nuovo in sella al mulo: per Di Giuseppantonio «presto chiusi 600 km di strade»

Provincia e Regione senza soldi, si rischia la paralisi

| di Antonino Dolce
| Categoria: Attualità
STAMPA

GISSI – Presto gli abitanti della Provincia di Chieti potrebbero tornare in sella ad asini e muli per spostarsi sulle martoriate strade interne. Non sono rassicuranti le parole sulla viabilità del presidente Enrico Di Giuseppantonio.

Presente all’incontro organizzato dal Partito Democratico sulla crisi industriale del Vastese, Di Giuseppantonio ha spiegato che un recente studio ha stimato che «nel giro di un anno e mezzo-due dovremo chiudere al traffico ben seicento chilometri di strade». La Provincia ne controlla attualmente oltre 1.800 chilometri e da tempo ha dichiarato di non avere più soldi per manutenzione e interventi risanatori.

Venerdì scorso Di Giuseppantonio lo ha ribadito nuovamente annunciando azioni eclatanti: «Non abbiamo più il becco di un centesimo; così anche la Regione. Non sappiamo che fare, per questo ho in mente una grande mobilitazione per portare all’attenzione del governo centrale la questione della viabilità della Provincia di Chieti». Solo nel Vastese i tratti che richiedono interventi urgenti sono diversi. Emblematico il caso di Castiglione Messer Marino: il 7 marzo 2012 la strada è stata sventrata da una frana ed è ancora nelle stesse condizioni, nonostante numerosi cittadini la usino per raggiungere la Val di Sangro.

Uno spiraglio c’è per la zona industriale di Gissi: presto inizieranno i lavori per migliorare il tratto che la collega all’autostrada; il consigliere provinciale Antonio D'Ugo ha inoltre spiegato: «Su quel tratto verrà sistemata una curva pericolosa sotto Pollutri, teatro di gravi incidenti nel passato».

QUESTIONE DI PRIORITÀ - Il tema 'viabilità' è stato affrontato dal presidente di Confindustria, Paolo Primavera, che ha ribadito la necessità di individuare le priorità della Regione. Tra queste - in accordo con Di Giuseppantonio - c'è la fondo Valle Sangro. Sorpresa, in questo senso, è stata espressa dallo stesso Primavera per la decisione della Regione di investire svariati milioni di euro per la bretella l'Aquila - Montereale.
Di Giuseppantonio ha, infine, confermato quanto affermato da Nichi Argirò qualche giorno fa sulla rimodulazione del piano regionale della viabilità. 800mila euro sono nelle casse provinciali, presto verranno appaltati i lavori più urgenti, ma c'è la consapevolezza che tale somma è una goccia nel mare delle emergenze del Vastese.

Antonino Dolce

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK