Ex Golden Lady, la multinazionale Emarc interessata alla riconversione del sito

«Entro aprile-maggio il piano industriale»

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

GISSI - È il gruppo Emarc s.p.a. l'azienda interessata alla riconversione della ex Golden Lady di Gissi. La società è già presente nel Lancianese e ha importanti partnership con il gruppo Fca
La Emarc si occupa principalmente di produzione di componenti «ricavati da tubolari, estrusi, profilati o pezzi stampati a sezione variabile in diversi materiali». Il gruppo è già presente in Italia con 6 sedi (Lanciano, 2 a Vinovo, Chivasso, Cassino e Melfi) e in altri Paesi: 2 in Francia e 1 in Polonia, Romania, Turchia, Brasile e India
Una multinazionale che, almeno sulla carta, mostrerebbe maggiore stabilità rispetto ai due precedenti infelici tentativi di riconversione (Silda e New Trade).

INTERESSE CONFERMATO - Nell'incontro del 21 marzo scoso (leggi) erano state poche le novità sulla vicenda Golden Lady. Oggi i sindacati hanno ricevuto una comunicazione dall'assessore allo Sviluppo economico Giovanni Lolli che conferma l'interesse della multinazionale: «Il Gruppo Emarc, attraverso il suo amministratore delegato, scusandosi per il ritardo della risposta a causa degli impegni contingenti negli Usa, conferma l’interesse per l’operazione di riconversione e dichiara che entro i mesi di aprile-maggio, verrà formalizzato il relativo Piano industriale».

I sindacati concludono con «prendiamo atto di tale comunicazione e attendiamo fiduciosi, senza illudere nessuno (visto quanto accaduto in precedenza), una convocazione per avere maggiori informazioni su questa operazione».

redazione

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK