Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

LA NOSTALGIA DEL CELENZANO ARTURO PISTILLI RICORDATA DA ANTONIO CIERI

| di Antonio Cieri
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Lo ricordo io da ragazzo e lui già giovane. Non l'ho rivisto più da quando è emigrato da Celenza. E lui, penso, mai tornato da Pinerolo, ultima dimora di vita e di sepoltura. Una vita al servizio dello stato e non solo lui, ma anche i due figli ed un nipote. Sulla soglia di poco più 70 anni (tra tanti poeti dialettali locali e del territorio) " UN INNO DI STRUGGENTE NOSTALGIA".

Non solo di Canneto in Roccavivara, della Maiella, del fiume Trigno e della "bella" Celenza, del "nostro Almo Paese". Un vero omaggio per tanti celenzani di ieri e di oggi emigrati, dei loro discendenti, del territorio circostante delle due sponde del Trigno questi versi struggenti di Arturo PISTILLI, discendente di un immigrato qui a Celenza da San Giuliano del Molise: Michele Pistilli che prendeva in sposa Angela Di Nocco, nei primi anni dell'800. Celenza, come altri del territorio, fondati tra immigrazioni ed emigrazioni di gente dai tempi antichi.

Antonio Cieri

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK