Partecipa a IlTrigno.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

I dubbi di Turdò sulla rotonda lungo la provinciale Carunchio-Palmoli

"State realizzando una cosa che non va bene a Largo Taverna"

Condividi su:

 

 

Oggi abbiamo presentato una comunicazione alla Provincia di Chieti, oltre che telefonica nella quale chiediamo di rivedere bene la realizzazione della rotonda in Largo Taverna di Carunchio sulla S. P. 187 che poi va ad incrociarsi con la S.p. 212 ex S.S. 86.

Sono la bellezza di quarant’anni che aspettavamo questa rotonda!!! Oggi state realizzando una cosa che non ci piace e vi diciamo anche il motivo.

Intanto spieghiamo cosa è una rotonda: La rotatoria o rotonda è un tipo di intersezione a raso (cioè senza cavalcavia) fra due o più strade. Assolve alla funzione di moderazione e snellimento del traffico. L'incrocio fra le strade è sostituito da un anello stradale a senso unico che si sviluppa intorno ad uno spartitraffico di forma più o meno circolare.

Basti pensare che ad una strada molto famosa , incrocio delle quattro strade di Miglianico che porta a Pescara, alla Val di Foro, all’autostrada ed alla zona collinare di Giuliano Teatino, Canosa Sannita eccetera è presente una rotatoria come quella allegata nella foto, e lì  chiaramente i volumi di traffico sia ordinario che commerciale ed industriale sono a dir poco pazzeschi ma pur avendo a disposizione strade ampie  e larghe non si sono sognate di fare penisole , microisole di direzionamento eccetera.

Chiaro che il traffico sarà automaticamente veicolato ed indirizzato in senso rotatorio, tolto lo svagamento iniziale oppure per coloro che a causa dell’età potrebbero avere una confusione iniziale che presto verrà acquisita ed assimilata da noi automobilisti.

Cioè, citando uno che non si usa più citare, verrebbe da dire “ meglio di meno ma meglio!!!

Vogliamo una rotatoria semplice e con un immediato impatto visivo per l’automobilista al centro di largo Taverna, che contenga  oltre la parte muraria del nucleo centrale,  ai confini  una parte pianeggiante che permetta ai camionisti di aggirarla senza pericolo e difficoltà.

Per quanto riguarda la questione dei parcheggi si può anche fare un ragionamento di respiro ampio e quindi eliminandoli del tutto( amici automobilisti la villa comunale o il bar non scappano) possiamo anche fare 20 metri a piedi, ma il nocciolo del ragionamento è che non ci servono rotonde improprie che aumentano la confusione invece di ridurla.

Abbiamo come consiglieri Comunali chiesto alla Provincia una riflessione sulla gestione della rotatoria prima di realizzarla, per non fare come sempre avviene in Italia, che vengono realizzate opere inutili, dannose e con spese delle casse pubbliche.


 

Condividi su:

Seguici su Facebook