Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ripartire dopo il lockdown: come ricominciare dopo i 50 anni

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Il periodo di lockdown da poco passato ha determinato nuove situazioni che impongono di reagire in qualche modo. A qualcuno è capitato di ritrovarsi a 50 anni con il bisogno di cambiare lavoro: un licenziamento per il mancato fatturato aziendale, la chiusura di un’attività in proprio, un trasferimento o, alla luce di un periodo in cui si è potuto molto riflettere, semplicemente la voglia di qualcosa di nuovo.

Anche se la cifra sembra alta, a 50 anni non è detto che bisogna adattarsi, perché ripartire è ancora possibile, eccome. È vero che se è difficile trovare lavoro a 20-30 anni, è ancora più difficile a 50, specie nel nostro Paese, ma volere a volte è potere.

La strategia giusta di chi ci è riuscito di base è una soltanto: dopo un primo momento di sconforto, bisogna rimboccarsi le maniche nell’idea di ripartire, per certi versi da zero, tornando con la testa fra i libri.

Gli ingredienti per ripartire quindi sono due: una nuova predisposizione mentale e la voglia di impegnarsi.

Con questo non si intende dire di fare 5 anni di scuola superiore o di iscriversi ad un’università, sappiamo che a quest’età si ha fretta, ma ci sono eccellenti corsi di formazione professionalizzanti che permettono di cambiare vita e lavoro.

I corsi di formazione a 50 anni: come e perché

Sono da anni che lavori e di certo avrai una bella esperienza alle spalle, ma è bene essere oggettivi. Negli ultimi anni il mondo del lavoro è cambiato, si è evoluto e diverse delle competenze che possiedi, di fatto, non sono più richieste dalle aziende. È per questo motivo che per levare le ancore hai bisogno di aggiornarti, per essere al passo con i tempi e diventare sì appetibile davvero.

Per cambiare lavoro la frequentazione di corsi di aggiornamento a 50 anni è quasi d’obbligo, sia se si intende cercare lavoro nel medesimo ambito, ma anche e soprattutto se si desidera puntare ad un settore più o meno differente dall’abituale. Con questo non si intende dire ovviamente che l’esperienza fatta sia ormai inutile, ma non è che una base sulla quale costruire del nuovo, rinnovando il proprio CV. Se in altri Paesi c’è un continuo aggiornamento dei dipendenti che quindi sono sempre formati, in Italia a volte si sottovaluta questo tipo di attenzione e sta al singolo preoccuparsene.

Come ripartire: qualche consiglio

Ripartire vuol dire tante cose. Significa trovare lavoro in un’altra azienda occupandosi di mansioni anche un po’ diverse o di tutt’altro o anche aprire un’attività in proprio. I corsi di formazione possono aiutare in diverse direzioni: tutto sta nella scelta del corso. Ci sono corsi che potranno insegnare un lavoro completamente nuovo, magari fra professioni di cui non si conosceva nemmeno l’esistenza di ultima generazione; o anche corsi che saranno utili per ampliare le proprie competenze consentendo di fare carriera e svolgere mansioni anche diverse.

Il grande vantaggio dei corsi di cui parliamo oltre alla brevità, è che si tratta di corsi che si possono fare anche a distanza. Quindi lavorando, magari, è possibile nel frattempo seguirli senza rinunciare al proprio stipendio per quel periodo.

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK