Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Mutuo prima casa: 4 consigli per risparmiare nel 2021

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Se siete alle prese con l’acquisto della vostra prima casa, sicuramente vi state informando in merito al mutuo. Richiedere un finanziamento in banca è infatti una prassi consolidata ormai in questi casi, perché l’investimento da compiere è importante e sono davvero pochi coloro che hanno una liquidità tale da riuscire a coprire l’intero importo. L’obiettivo di tutti però è quello di risparmiare il più possibile sul mutuo prima casae proprio per tale ragione oggi vi diamo alcuni utili consigli per riuscirci.

#1 Confrontare più preventivi

Il primo passo da compiere per evitare di spendere più del dovuto e trovare la proposta più vantaggiosa è quello di confrontare i mutui prima casa dei vari istituti bancari. Per farlo avete due possibilità: richiedere personalmente un preventivo a diverse banche oppure utilizzare un comparatore online. Inutile dire che quest’ultima è l’opzione migliore, in quanto vi permette di risparmiare moltissimo tempo e di fare un confronto diretto ed immediato considerando tutti i fattori che incidono sulla spesa finale. I comparatori chiedono di inserire semplici informazioni online e nel giro di pochi minuti avrete la possibilità di visualizzare tutte le proposte degli istituti di credito, in modo da trovare in meno tempo quella più interessante.

#2 Preferire il mutuo con lo spread più basso

Oltre al tasso d’interesse, ad incidere sulle rate mensili che dovrete poi versare alla banca è anche lo spread che è il costo fisso. Questo si va ad aggiungere agli interessi ed il suo valore non cambia nemmeno se si sceglie un mutuo a tasso variabile. È dunque importante scegliere una proposta che abbia uno spread basso, perché senz’altro più conveniente.

#3 Attenzione al TAEG

Un altro elemento che non deve mai essere sottovalutato è il TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale), ossia il costo globale del mutuo, comprensivo di tutte le spese extra che le banche applicano al momento della sottoscrizione. Se dunque l’importo della rata e dello spread sono fondamentali, anche il TAEG è molto importante. Può capitare ad esempio che una banca proponga dei tassi d’interesse vantaggiosi ma che preveda delle spese accessorie, d’istruttoria e via dicendo molto alte. Vale dunque la pena controllare sempre anche il valore del TAEG che considera tutti i costi da sostenere.

#4 Scegliere un mutuo a tasso fisso

La scelta tra il mutuo a tasso fisso e variabile è spesso difficile, in quanto in entrambi i casi ci sono dei pro e dei contro da considerare. Nel 2021 tuttavia conviene optare per un finanziamento a tasso fisso per un semplice motivo. Gli interessi sui mutui sono oggi ai minimi storici, il che significa che difficilmente potranno abbassarsi ancora di più e che con ogni probabilità in futuro saranno destinati a crescere. Optare per un mutuo a tasso fisso oggi dunque è sicuramente la scelta migliore, in quanto una volta congelato rimane il medesimo fino alla completa estinzione del finanziamento. Nel 2022 le cose potrebbero cambiare, dunque questo è un discorso che deve essere valutato di anno in anno, in base alla situazione economica generale del Paese.

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK