Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come organizzarsi per un trasloco all’estero?

Consigli per traslocare all’estero senza stress

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Spostarsi all’estero è sicuramente un’esperienza emozionante, dettata dalla necessità di migliorare la propria posizione lavorativa, da una scelta di vita o magari di cuore.

Qualunque sia la motivazione, una delle principali preoccupazioni riguardano l’organizzazione del trasloco. La buona notizia è che i pacchi spediti via web arrivano a destinazione in pochissimo tempo e con un costo minore rispetto al passato. Ma andiamo a vedere qualche consiglio utile per traslocare in maniera comoda e senza eccessivo stress.

Decidere cosa portare nella nuova abitazione

Questa decisione dipende in parte dal tempo che dovremo rimanere fuori. Se ci stiamo trasferendo per qualche mese soltanto con l’intenzione di rientrare alla base al termine di un’esperienza lavorativa, allora non varrà la pena portare con sé, ad esempio, oggetti ingombranti come gli elettrodomestici.

Se ci stiamo trasferendo in maniera definitiva, invece, potrebbe essere utile disfarsi degli oggetti troppo ingombranti e che potremo comperare nella nuova destinazione. Un’idea è quella di mettere in vendita frigorifero, forno, aspirapolvere e tutti gli oggetti o gli elettrodomestici che occuperebbero molto spazio ed il cui trasporto finirebbe per costarci una piccola fortuna.

Evitiamo anche di spedire materiali deperibili quali farmaci o alimenti. Se proprio vogliamo portare alcune di queste cose con noi, informiamoci presso la ditta di spedizione su quali sono i regolamenti specifici della nazione in cui stiamo spedendo, e verifichiamo se tra quello che stiamo inviando non vi sia qualche prodotto proibito che potrebbe essere bloccato alla dogana.

Organizzare e preparare i pacchi

Vista la quantità di cose da spedire, sarà certamente meglio preparare uno o più pallet. Gli oggetti di arredamento, l’abbigliamento o gli oggetti fragili devono tutti essere riposti dovutamente nei cartoni. Muniamoci di cartoni nuovi o comunque in buono stato, resistenti e che non presentino scritte o etichette all’esterno.

Iniziamo a riempire i cartoni inserendo le cose che si trovano nella stessa stanza, in modo che sarà più facile sistemarle una volta che saranno giunti nella nuova abitazione.

Cerchiamo di imballare al meglio gli oggetti fragili, servendoci di materiale protettivo, come gli strati di pluriball, le cicche di polistirolo o la gommapiuma. Chiudiamo i pacchi con dello scotch di almeno 5 cm di larghezza e scriviamo sul cartone in maniera non troppo visibile la stanza da cui è stato preso il contenuto.

Contattare un corriere espresso

A questo punto non ci resta che contattare un corriere espresso. Il modo più facile per farlo è mediante un comparatore di preventivi su internet. Questi ci permettono di avere diritto ad un prezzo concorrenziale, a volte più basso di quello che otterremmo contattando direttamente la ditta di trasporti.

Tra i vantaggi di contattare un corriere espresso via web vi è quello che è possibile programmare il ritiro, evitando così di doverci preoccupare noi di come trasportare i nostri pacchi fino al punto di ritiro.

Potremo inoltre tracciare la nostra spedizione in qualunque momento. Solitamente, con il trasporto su strada le consegne vengono effettuate in 4/5 giorni, mentre la spedizione in aereo può avvenire anche in 24/48 h.

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK