Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Come sistemare l'impianto frenante di un'auto

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

L'impianto frenante costituisce un elemento fondamentale della vettura. È di estrema importanza assicurarsi che il tutto funzioni perfettamente per garantire la giusta sicurezza ai passeggeri che sono all'interno del veicolo. Per questo bisogna eseguire periodicamente dei controlli sulle componenti dell'impianto frenante.

Quali sono le componenti di un impianti frenanti?

Per la sicurezza dell'automobile è opportuno effettuare una manutenzione continua di tutte le parti dell'impianto. Gli elementi più importanti sono: disco, pastiglie, tubi del freno, pinze del freno.

L'illustrazione è stata presa da euautopezzi.it

Esistono numerosi modelli di dischi per i freni in commercio; il loro scopo principale è quello di garantire una potenza frenante efficace e duratura. In generale i prodotti migliori sono quelli che possiedono un diametro maggiore visto che riescono a garantire prestazioni importanti a basse temperature. Sono inoltre consigliati i dischi forati che rispetto a quelli lisci riescono a fornire una pulizia più accurata della pastiglia e di conseguenza una frenata migliore. Infine, è preferibile dotare il proprio veicolo di dischi autoventilati che garantiscono un raffreddamento dello stesso più efficace.

Per quanto riguarda le pastiglie, spesso, vengono scelte quelle che hanno il miglior rapporto tra qualità e prezzo. Visto che si tratta di un elemento fondamentale ai fini della sicurezza dell'automobile sarebbe più opportuno effettuare una scelta che sia maggiormente indirizzata sulla qualità del prodotto, valutando il coefficiente di attrito e la capacità di garantire delle prestazioni costanti nel tempo a qualsiasi temperatura di utilizzo.

I tubi del freno sono molto importanti in quanto trasportano il liquido necessario per ottenere il buon funzionamento dell'impianto frenante. In particolare è opportuno utilizzare il liquido indicato dalla casa costruttrice.

Quando si provoca una pressione sul pedale del freno le pinze si stringono creando l'attrito necessario alla frenata tra il disco e le pastiglie. Esistono in commercio principalmente due tipologie di pinze per freno: quella flottante, che presenta un sistema più semplice e allo stesso meno dispendioso; quella a pistoni opposti, che funziona attraverso un sistema più complesso ed oneroso, ma riesce a garantire prestazioni migliori.

Quando sostituire le componenti dell'impianto frenante?

Le componenti di un impianto frenante sono soggetti ad un'usura che è strettamente legata al tipo di guida e alla tipologia di percorso che si affronta quotidianamente.

Le pastiglie e i dischi sono certamente gli elementi che vengono sostituiti più frequentemente. Infatti, nel primo caso si ha una durata massima che corrisponde ad un utilizzo della vettura per circa quarantamila chilometri, o ad uno spessore minimo della pastiglia di circa tre millimetri.

Anche il disco, in base alla tipologia montata, presenta un livello minimo di spessore sotto al quale non è consigliabile andare. Inoltre, lo stesso può rovinarsi a causa dell'attrito con una pastiglia usurata o particolarmente sporca.

Le sostituzioni di altre componenti come le pinze o i tubi per il freno non vengono effettuate periodicamente, ma vengono rimpiazzate a causa di una rottura che avviene in maniera accidentale o per deterioramento.

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK