Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Berlusconi Presidente della Repubblica (di Filippo Sammartino)

| di Filippo Sammartino
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

“L'Italia è il Paese che amo. 

Qui ho le mie radici, le mie speranze, i miei orizzonti. Qui ho imparato, da mio padre e dalla vita, il mio mestiere di imprenditore. Qui ho anche appreso la passione per la libertà.

Ho scelto di scendere in campo e di occuparmi della cosa pubblica perché non voglio vivere in un Paese illiberale, governato da forze immature e da uomini legati a doppio filo a un passato politicamente ed economicamente fallimentare.

Vi dico che è possibile realizzare insieme un grande sogno: quello di un'Italia più giusta, più generosa verso chi ha bisogno, più prospera e serena, più moderna ed efficiente protagonista in Europa e nel mondo. 

Vi dico che possiamo, vi dico che dobbiamo costruire insieme per noi e per i nostri figli, un nuovo miracolo italiano." 

(22 gennaio 1994)

-Perché è un politico e tecnico di grande esperienza, che in Italia ha guidato ben 4 governi, di cui i due più duraturi della storia repubblicana (Berlusconi II - 2001-2005, e Berlusconi IV - 2008-2011).

-Perché durante la pandemia:

1. prima ha dimostrato di saper svolgere un’opposizione responsabile e di mettere al primo posto l’interesse della Nazione;

2. dopo è stato il primo a proporre la figura di Draghi e a cercare l’unità nazionale tra tutte le forze politiche. 

-Perché i suoi governi sono stati garanzia di stabilità ed efficienza:

-36 grandi riforme: Scuola, Lavoro, Pensioni, Pubblica Amministrazione

FISCO

-Pressione fiscale stabile attorno al 42 per cento del Pil, riuscendo a ridurla dal 42,4 al 41,7 nella legislatura 2001-2006. 

-Detassazione di straordinari e premi di produttività per ridurre il peso del fisco sulla busta paga di tutti i lavoratori dipendenti. (2008)

-Aumento pensioni minime di anzianità per 1.835.000 pensionati (516 euro)

-Meno Tasse=

1)Riduzione aliquote IRPEF 

2)No tax area fino a 25.000 euro (2003)

3)Riduzione imposte imprese dal 36% al 33% (2004)

-Abolizione ICI/IMU per la prima casa

-Abolizione tassa successione e donazione (2001)

-Federalismo fiscale

ECONOMIA 

-Detassazione del 50 per cento degli utili reinvestiti dalle imprese, purché usati per l’acquisto di "beni strumentali nuovi". (1994)

-Legge Biagi (2003)

1.660.000 nuovi posti di lavoro

tasso di disoccupazione dal 9.6% al 7.1%

-Garanzia per tutti i risparmiatori del diritto a rinegoziare il mutuo con un’altra banca (2009)

-Riforma Maroni: età pensionabile da 57 a 60 anni. (2004)

Fu abolita nel 2008 dal governo Prodi. Se fosse rimasta, forse non ci sarebbe mai stata la Legge Fornero.

POLITICA ESTERA

-Accordo NATO-Russia firmato a Pratica di Mare e presieduto da Silvio Berlusconi.

8 maggio 2002: il Cavaliere "riesce a organizzare un vertice della Nato nel quale per la prima volta le porte dell’Alleanza si aprono all’ex potenza sovietica": è il vertice tra George W. Bush e Vladimir Putin.

-Sostegno alla nomina di Mario Draghi alla presidenza della Banca centrale europea (2011)

La scelta di Draghi si rivelerà centrale per la ricerca di vie d’uscita dalla crisi finanziaria insorta nel 2007-2008, e soprattutto per il fondamentale aiuto che poi verrà all’Italia con il Quantitative easing.

-Piano d’azione per l’Africa (E-government per lo sviluppo)

-Afghanistan: partecipazione alla missione “Enduring Freedom”

-Legge per l'esercizio del diritto di voto dei cittadini italiani residenti all'estero (2001), detta "legge Tremaglia” dal nome del Ministro per gli italiani nel mondo.

-Missione di pace in Iraq

-Mediazione crisi Russia-Georgia

IMMIGRAZIONE

-Introduzione del reato di “immigrazione clandestina” (2009)

carcere da sei mesi a tre anni per chi lucra sullo straniero senza permesso di soggiorno;

misura di sicurezza dell’espulsione dall’Italia del cittadino non Ue, fondamentale nella prevenzione antiterroristica.

-Azzerati gli sbarchi a Lampedusa 

-Regolarizzati 634.000 lavoratori immigrati

30 agosto 2008: il governo Berlusconi 4 sigla un fondamentale accordo con la Libia di Muammar Gheddafi: Roma dà a Tripoli 5 miliardi di euro per costruire infrastrutture con la partecipazione di imprese italiane. In base all’intesa il governo libico s’impegna a bloccare i flussi migratori verso l’Italia. 

-Riforma Immigrazione: Legge Bossi-Fini

ANTIMAFIA

-Conferma ed inasprimento dell'Articolo 41-bis, noto come "carcere duro" (2002). Venne preso come provvedimento permanente (la norma aveva fino ad allora carattere di temporaneità e doveva essere riconfermata ogni due anni).

-Arresto di 29 latitanti mafiosi tra i 100 più pericolosi (2008-2009)

-Sequestro di beni alla mafia per un valore superiore a 4 miliardi e mezzo (2008-2009)

-Nuovo Codice delle leggi antimafia, che istituisce anche l’Agenzia nazionale per la gestione dei beni sequestrati alla criminalità organizzata (2011)

SICUREZZA

-Introduzione della patente a punti, che comportò un calo significativo degli incidenti stradali:

“gli incidenti stradali mortali nel 2002 avevano causato 6.736 vittime (Istat), ma in un anno si riducono a 6.015 e da allora sono in calo tendenziale. Nel 2016 sono stati 3.283"

-Legge antifumo (2003), detta "legge Sirchia” dal nome del Ministro della Salute:

divieto, a partire dal 10 gennaio 2005, di fumare nei luoghi pubblici al chiuso a eccezione dell'introduzione di apposite sale fumo.

Questa legge sarà poi varata in gran parte dei Paesi Europei, prendendo esempio dall’Italia.

-Istituzione del poliziotto e carabiniere di quartiere (3700 in 748 zone in tutte le città)

-Abolizione leva militare obbligatoria 

-Operazione Strade Sicure: militari a presidio delle periferie e in pattuglia nelle città. 

Questa legge è stata mantenuta dai governi successivi e dopo anni è ancora in vigore. 

TERREMOTO

L’Aquila, 2009

-Costruzione delle 19 new town, consegnate agli sfollati in soli 120 giorni. Si realizzano 5.653 abitazioni, 4.449 in muratura e 1.204 in legno, per circa 25 mila sfollati.

FAMIGLIA E GIOVANI

-Finanziaria 2003 

per la prima volta in Italia facilitazioni di credito strutturali per favorire l’acquisto di alloggi da parte delle giovani coppie

-Finanziaria 2004: norme per calmierare gli affitti delle abitazioni

-Raddoppio detrazioni familiari (triplicate per i figli disabili)

-Bonus Bebé (per circa 600 mila bambini, nati nel 2005): le famiglie ricevono 1000 euro a testa.

-Riduzioni delle imposte sui lavori relativi alle ristrutturazioni immobiliari (aboliti anche molti adempimenti burocratici per le modifiche edilizie interne)

DIFESA DELLA DONNA

-Legge contro la violenza sulle donne: 

patrocinio gratuito per le vittime di stupri e riduzione dei benefici penitenziari per chi è condannato per delitti a sfondo sessuale

-Legge sullo stalking

introduzione del reato di stalking, che punisce i colpevoli con la reclusione da 6 mesi a 5 anni, escluse le aggravanti

INFRASTRUTTURE E TRASPORTI

-Grandi opere: passante di Mestre e alta velocità Torino-Salerno

-Legge obiettivo per le grandi opere: 

-progetto "autostrade del mare”;

-ferrovie ad alta velocità Torino-Milano—Firenze-Roma-Napoli e Torino-Verona-Venezia;

-progetto MOSE per salvare la città di Venezia;

-Ponte sullo Stretto di Messina tra la Sicilia e la penisola italiana;

-metropolitane di Roma, Parma, Napoli, Torino, Milano; 

-modernizzazione delle autostrade e delle strutture portuali nell'Italia meridionale. 

SCUOLA

-Riforma Moratti (2003):

iscrizione ai bambini di 28 mesi nella scuola dell’infanzia: prima ne servivano almeno 36.

-Riforma Gelmini (2009):

-reintroduzione del maestro unico alle elementari e i voti espressi in valori da 1 a 10;

-bocciatura per motivi di condotta;

-lingua inglese obbligatoria per il quinquennio delle medie superiori.

ALTRO

-Tagli ai costi della politica:

meno 20% consiglieri comunali 

meno 20% emendamenti parlamentari

meno 10% auto blu

-Meno burocrazia: cancellati 411.298 leggi e provvedimenti inutili

-Riforma della Costituzione: più poteri al premier, tagliati 175 parlamentari (abrogata poi dal referendum della sinistra)

-Legge contro la droga e la pedofilia

-5x1000 per ricerca e no profit

-Decreto Urbani (2004):

sanzioni per chiunque condivida, anche attraverso software per la condivisione di file, opere tutelate dal diritto d’autore o parti di esse per trarne profitto, con una multa di € 1.500 e la confisca degli strumenti e dei materiali.

-Riforma Processo Civile

-Diplomazia commerciale: 30 miliardi di commesse per le imprese italiane nel mondo

-Perché non è solo leader di un partito politico, ma statista in grado di dialogare con avversari e forze a lui contrapposte. 

es. 

Dichiarazioni di alcune deputate del Pd, ai tempi del Governo Gentiloni:

“Uno come Gentiloni non mi risponde nemmeno al telefono. Da parlamentare dell’opposizione, quando chiamai Berlusconi, non solo mi rispose ma mi risolse in tre giorni un problema del mio collegio.”

-Perchè la sua vita è stata costellata di successi non solo in campo politico, ma anche in campo professionale (dando lavoro a migliaia di italiani con le sue aziende) e in campo sportivo (diventando, alla guida del Milan, il presidente più vincente nella storia del calcio).

-Perché possiede fama internazionale: Silvio Berlusconi è l'unico leader mondiale ad aver presieduto 3 vertici del G7/G8.

“Vorrei concludere condividendo con Voi anche una breve storia. La storia di un ragazzo che alla fine dei suoi studi liceali fu portato dal padre a visitare il cimitero in cui riposano molti giovani valorosi soldati, giovani che avevano attraversato l'Oceano per ridare dignità e libertà ad un popolo oppresso. Nel mostrargli quelle croci, quel padre fece giurare a quel ragazzo che non avrebbe mai dimenticato il supremo sacrificio con cui quei soldati americani avevano difeso la sua libertà. Gli fece giurare che avrebbe serbato per il loro Paese eterna gratitudine. Quel padre era mio padre, quel ragazzo ero io. Quel sacrificio e quel giuramento non li ho mai dimenticati e non li dimenticherò mai. Vi ringrazio.“ 

 

(Congresso USA, 2006)

Filippo Sammartino

Contatti

redazione@iltrigno.net
tel. 0837.344007
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK