Partecipa a IlTrigno.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

DALLE MIMOSE ALLA STRETTA DI MANO FINALE

La signorilità di Fabio Travaglini

Condividi su:

Era l' 8 di marzo, festa della Donna, e Fabio Travaglini dono' un mazzetto di mimose ad Emanuela De Nicolis. Oggi è 24 giugno e, nell' ultimo video confronto, lo stesso Travaglini ha chiesto di stringere la mano alla sua competitor.

Due gesti: uno all' inizio ed uno alla fine di una lunga e faticosa campagna elettorale, durata tre mesi e mezzo (di cui ci occupiamo in altra parte del giornale).

Due gesti che dimostrano come è fatto l' uomo che ha ridato vigore ad una parte politica che sembrava irreversibilmente divisa e che proprio attorno a lui si sta ritrovando.

Due gesti, quelli dell' 8 marzo e del 26 giugno, generati da una grande signorilità, con cui Travaglini ha dato (e ricevuto) rispetto:

- a quattro personalità schieratisi con lui, ma provenienti della parte avversa, perché soffocati dai metodi poco trasparenti dell' Amministrazione uscente;

-  a tre partiti politici, che per sostenerlo hanno mandato un ministro, il capogruppo dell' Opposizione regionale e addirittura un segretario nazionale (ci sarà un motivo se per l' altra parte non si è visto neanche un assessore della Regione);

- a 80 candidati, che stanno lavorando per il Ballottaggio, come se dovessero essere eletti tutti. Valga per tutti l' esempio della orgogliosa figlia dei Bianchi (la famiglia giostraia che dimora a San Salvo), Marika, anche lei conquistata dal coinvolgente progetto che Travaglini incarna (mentre dall' altra parte stanno correndo dietro a diversi candidati maltrattati e delusi);

- alla Città intera, a cui con trasparenza e serenità, Travaglini ha presentato la squadra di Governo. Una cosa che mai era stata fatta in passato e che non  hanno potuto fare gli avversari, forse a causa dei ricordati metodi che adoperano.

Non tratta di una signorilità ad uso dei social ossia adoperata solo per costruirsi un' immagine comunicativa,a un vero e proprio metodo di lavoro con cui Travaglini ha costruito:

- l' impresa Pmi service per fare corsi di formazione (sorbendosi accuse di clientelismo da chi faceva finta di non capire che organizzare corsi di logistica fa parte del suo lavoro);

- iltrigno.net da me diretto e da lui editato,  per dare voce ad un intero territorio;

- l' Aiccre (Regioni e Comuni) in Abruzzo per stare in Europa;

- l' Agci (Cooperative) per stare in Camera di commercio.

E, infine, una  squadra giovane e motivata, per (eventualmente) amministrare la Città dove è nato, vive e lavora. Signorilità significa educazione e correttezza. Chi lo conosce può dire che è fermo nelle sue decisioni, ma mai intemperante e minaccioso. Con Travaglini alla guida, la Città sarà senz' altro più limpida... anzi signorile.

Condividi su:

Seguici su Facebook