Partecipa a IlTrigno.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Biblioteca provinciale De Meis risorgerà all'ex Caserma Bucciante

Condividi su:

"E' con gioia e soddisfazione che annuncio che nella giornata di ieri pomeriggio abbiamo ufficialmente preso in consegna l'ex Caserma Bucciante di Chieti nella quale risorgerà la Biblioteca Provinciale "A. C. De Meis". A renderlo noto è il Presidente della Provincia di Chieti, Francesco Menna che, nello specificare che l'atto di consegna è stato firmato dal Direttore Generale della Regione Abruzzo, l'Arch. Antonio Sorgi e dal Dirigente della Provincia Chieti, l'Ing. Giancarlo Moca, specifica che l'accordo di programma è stato sottoscritto tra la Regione Abruzzo, l'Agenzia del Demanio e la Provincia di Chieti.

"Ringrazio vivamente il Prefetto di Chieti, Armando Forgione per aver portato avanti in modo costruttivo e proficuo un dialogo tra tutti gli enti interessati, il Commissario alla ricostruzione post sisma Giovanni Legnini per aver sempre partecipato al tavolo prefettizio per la gestione di questo importante progetto, e la Giunta regionale che ha dato il via libera all'ultimo step burocratico", aggiunge il Presidente Menna che evidenzia che l'opera, di cui la Provincia è soggetto attuatore, è partita grazie ad un finanziamento Masterplan della precedente Giunta regionale a guida Luciano D'Alfonso e che oggi viene implementato con le risorse necessarie per aggiornare i costi di realizzazione.

"Siamo molto soddisfatti del traguardo raggiunto", aggiunge il Consigliere provinciale con delega al Patrimonio, Filippo Di Giovanni. "Un traguardo che ci permetterà così di avviare il programma di rifunzionalizzazione e riqualificazione dell'ex Caserma Bucciante che sarà destinata alla Biblioteca De Meis, all'Archivio di Stato, Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara al fine di realizzare la “Cittadella della Cultura". Entro fine anno avvieremo la gara d'appalto dei lavori". 

"Come Amministrazione provinciale - specifica il Presidente Menna - realizzeremo tutte le opere necessarie a rendere l’immobile idoneo per ospitare la Biblioteca curandone la progettazione definitiva ed esecutiva, la validazione, l’appalto, i lavori e il collaudo relativo agli interventi che verranno realizzati".

"Si avvia dunque a conclusione un iter iniziato tempo addietro", conclude Di Giovanni che ricorda il crollo del solaio della biblioteca provinciale avvenuta 17 anni fa e la sottoscrizione, nel 2015, di un accordo di programma con l'allora Giunta regionale per trasformare la caserma dismessa in una "Cittadella della cultura".

Condividi su:

Seguici su Facebook